Back to Top

Seguimi sui social:

FacebookYoutubeInstagramTwitter

 

Australia - La terra dei Canguri

giorno05 27settembre 2

 

Dopo aver lasciato la Thailandia e aver macinato parecchi chilometri con il braccio dolorante per la ferita dovuta al morso di un ragno, arrivo in Malesia: strade enormi, ben asfaltate a quattro corsie. Il mio obiettivo è raggiungere Kuala Lumpur, la capitale della Malesia con le sue Petronas Towers, che, con i loro 452 metri di altezza, non solo sono il simbolo del paese , ma sono anche tra le torri più alte del mondo. Famose oltretutto, per aver costituito lo scenario del film “Entrapment” con Catherine Zeta Jones e Tom Cruise, lasciano lo spettatore senza fiato.

 

Malesia e Singapore

giorno29 04agosto

 

Dopo aver lasciato la Thailandia e aver macinato parecchi chilometri con il braccio dolorante per la ferita dovuta al morso di un ragno, arrivo in Malesia: strade enormi, ben asfaltate a quattro corsie. Il mio obiettivo è raggiungere Kuala Lumpur, la capitale della Malesia con le sue Petronas Towers, che, con i loro 452 metri di altezza, non solo sono il simbolo del paese , ma sono anche tra le torri più alte del mondo. Famose oltretutto, per aver costituito lo scenario del film “Entrapment” con Catherine Zeta Jones e Tom Cruise, lasciano lo spettatore senza fiato.

 

Il fascino della Thailandia

giorno20 28luglio

 

Il mio ingresso in Thailandia avviene da ovest e mi porta a visitare come prima meta la città di Mae Sto, nella provincia di Tak, una tappa veloce, mi fermo giusto per mangiare qualcosa e trovare un po' di riparo dalla pioggia, l’accoglienza anche questa volta è stata fantastica, la gente nel piccolo locale mi saluta sorridente e mi concede qualche foto e qualche video ricordo, assaggio dunque per la prima volta, bacchette alla mano, il tipico cibo Thailandese, una cucina che definirei “curiosa” per via degli accostamenti di ingredienti che usano nei vari piatti. Saluto la gioiosa compagnia e proseguo quindi il mio viaggio verso sud, in direzione di Pattaya.

 

Attraverso il Myanmar

giorno17 20luglio

 

Il viaggio verso il confine con il Myanmar è stato davvero estenuante, centinaia di chilometri tutti sotto la pioggia con strade a tratti davvero difficili da percorrere, sia io che la mia moto siamo stati messi a dura prova in diverse situazioni ma con fermezza e sangue freddo le abbiamo superate tutte.Il viaggio verso il confine con il Myanmar è stato davvero estenuante, centinaia di chilometri tutti sotto la pioggia con strade a tratti davvero difficili da percorrere, sia io che la mia moto siamo stati messi a dura prova in diverse situazioni ma con fermezza e sangue freddo le abbiamo superate tutte.

 

Gli ultimi giorni in India

giorno06 16luglio

 

Il giorno seguente, mi reco ad Agra per visitare il Taj Mahal, vi assicuro che la sua vista è da togliere il fiato, una vera e propria opera d’arte che ti rapisce lo sguardo. Ho letto che è considerato una delle sette meraviglie del mondo moderno ed è stato dichiarato patrimonio dell’Umanità da parte dell’UNESCO.
Il mio accompagnatore mi ha raccontato un po’ della storia di questo mausoleo, dicendomi che è stato dedicato ad una delle mogli del quinto imperatore Mughal, quest’ultima non solo era ben voluta da tutti perché molto caritatevole verso i meno fortunati, ma era inoltre bella da togliere il fiato. Me ne ha parlato proprio come se fosse Venere sulla terra, purtroppo mi dice che morì molto giovane a causa di una gravidanza.

 

Web Analytics